Quando ci si avvicina a uno sport come il tennis è importante saper mangiare in modo corretto per migliorare le nostre doti. Fare tennis senza una corretta alimentazione non può sortire effetti positivi.

sinteticoL’idratazione è basilare! Un tennista dovrebbe bere circa 1 litro fino a 20′ prima dell’incontro e circa mezzo litro d’acqua dopo l’attività. L’assunzione di carboidrati è largamente praticata. Una bevanda ottima per il recupero energetico è l’aranciata.

Poiché nel tennis si corre molto in spazi stretti e poiché sono molto frequeni gli scatti avanti e dietro lungo il campo da tennis e il lavoro dei muscoli ne risente in modo particolare, sarà essenziale curare al meglio i nostri muscoli (magari con degli scaldamuscoli) con i corretti alimenti. I tennisti professionisti assumono spesso cibi con meno del 5% di grasso (merluzzo, sogliola, aragosta, granchio, mirtili, petto di tacchino), mentre altri, invece, preferiscono gamberetti, tonno, bistecca di manzo, agnello, che, però, ne hanno il 15 – 20%. La massima concentrazione di proteine animali si trova nel bianco dell’uovo (lattoalbumina). Nessuna delle due è migliore, non c’è una regola vera e propria, ma bisogna comunque moderarsi e non esagerare per non avere un effetto contrario a quanto desiderato.

carboidrati vanno assunti prima, durante e dopo l’impegno fisico. Un tennista di media cotituzione. che si allena 2 ore al giorno necessita di circa 350 grammi di carboidrati. Prima del match possono essere assunti 70 grammi di pasta o riso; durante l’incontro sono consigliabili 1 litro di acqua ogni ora con disciolte maltodestrine al 5, 10% ma anche della frutta. Al termine dell’incontro mezzo litro di bevanda a base di glucosio (anche una semplice aranciata) e poi cena con molti carboidrati e poche proteine povere di grassi.