L’allenamento nella corsa necessita di una certa costanza per mantenere i ritmi necessari a un miglioramento generale del nostro corpo. Dopo un periodo di inattività fisica riprendere il ritmo non è facile. Nonostante tutto non è nemmeno impossibile anzi, se si seguono i giusti consigli, alcune settimane sono sufficienti per riprendere il ritmo a pieno e cominciare a trarne i primi benefici.

Nel jogging procedere per gradi è importantissimo. L’abbigliamento (le scarpe soprattutto) è fondamentale così come lo è il cominciare magari con una corsa di 15 minuti per poi aumentare il tempo in modo regolare nelle corse successive. Aumentare pian piano per dare la possibilità al nostro corpo di abituarsi a un certo ritmo. Questo ha bisogno di essere stimolato e migliorato. Per questo motivo costringere il nostro fisico a un ritmo troppo elevato è sicuramente controproducente. Sicuramente dopo i primi allenamente la produzione di acido lattico si farà sentire dandoci quel senso di forte dolore che, in realtà, non è affatto negativo.

Riscaldamento e stretching

Prima di ocminciare a correre però bisogna dare la sveglia ai nostri muscoli e legamenti. Un buon riscaldamento di circa 15-20 minuti e un po’ di stretching sono sicuramente essenziali per evitare eventuali traumi. Un muscolo freddo, infatti, è molto più soggetto a un trauma.

L’attività fisica è tanto importante quanto il riposo. Un muscolo o un legamento non puà essere sempre in tensione. Al contrario necessita di un periodo di riposo di circa 24 ore dopo l’attività fisica. Questo serve a dare al nostro organismo un vero e proprio rinforzo facendo sì che risulti più attivo e abituato nell’allenamento successivo.