Il fioretto e’ considerata l’arma piu’ elegante. Il bersaglio è rappresentato dal busto, sede degli organi vitali, ed è coperto da un giubbetto conduttivo di tessuto laminato. In un vero duello, portare a segno una stoccata su questa parte del corpo avrebbe quasi sicuramente condannato l’avverario a morte. Si tratta di un’arma  considerata  molto elegante e per questo motivo dà molta importanza al fraseggio schermistico nella sua perfetta esecuzione proprio per questo motivo un’eventuale colpo simultaneo viene considerato nullo.

Questa disciplina esige leggerezza e riflessività e attenzione, ma la tattica è essenziale. Proprio con quest’arma vengono avviati alla scherma i bambini nella tradizione di scuola italina, entrando così nel mondo della scherma agonistica. Il bersaglio valido può essere colpito solo con la punta dell’arma sulla cui sommità si trova un bottone sostenuto da una molla. Per mettere a segno un colpo è necessario imprimere una forza equivalente ad un peso minimo di 500 grammi.

La convenzione è una carattristica esclusiva del fioretto. Si tratta di una serie di regole necessarie alla corretta attribuzione del punto. Lo schermidore che attacca per primo ha la priorità su chi subisce l’attacco. Quest’ultimo o deve prima parare e solo dopo può rispondere.

Torna a La Scherma