cavalli bianco e neroNell’ ambito dell’equitazione esistono diverse discipline da praticare singolarmente o in squadra ognuna di queste ha proprie caratteristiche e peculiarità:

  • il concorso completo: Il concorso completo è una prova di equitazione olimpica che prevede varie tipologie di prove in cui cavallo e cavaliere devono dimostrare la migliore e maggiore affinità, senza commettere errori stilistici, evidenziando anche il miglior livello di addestramento. Le prove consistono in una ripresa di dressage, in una prova di salto ostacoli e in un prova di cross-country, da svolgersi in una, due o tre giornate di gara. Delle tre, la prova principale, che identifica la disciplina e contribuisce maggiormente alla classifica finale, è quella del cross-country. Ogni errore viene segnalato attraverso delle penalità che minano il risultaato finale.
  • il dressage:  è una disciplina equestre che viene anche definita gara di addestramento, in quanto cavallo e cavaliere si esibiscono creando dei veri e propri movimenti di tipo prevalentemente geometrico. Queste figure vengono dette arie. Il percorso è costituito da un campo di forma rettangolare e delle dimensioni contenute di 20×40 metri per le gare di basso livello e 20×60 in quelle di livello medio alto.
  • il reining: Si tratta di una disciplina diffusa in America ma, ormai, molto sviluppatasi in tutto il mondo tanto da renderla una delle più importanti dell’equitazione. Essa prende spunto dal lavoro dei cowboy che radunavano il bestiame nelle mandrie. È un’ attività basata sull’abile utilizzo delle redini che servono per dare le indicazioni al cavallo. Le figure realizzate sono molto spettacolari e prevedono un’intesa tra cavallo e cavaliere molto rigida ma anche estremamente dinamica.
  • il salto agli ostacoli: Con questo termine si identifica una disciplina dell’equitazione, la quale vede impegnato il binomio uomo-cavallo, nell’interpretazione e risoluzione di un percorso ad ostacoli. Viene anche definita più semplicmente con il termine di concorso ippico. L’altezza degli ostacoli, la difficoltà del percorso e il numero di ostacoli da superare dipende dalla categoria alla quale si partecipa e dalla preparazione atletica di cavallo e cavaliere. L’altezza degli ostacoli varia dai 60 cm a 1,60 m (e possono superare i 2 metri nelle gare di potenza). Il salto con difficoltà più elevata viene effettuato nella categoria Gran premio.
  • il volteggio a cavallo: poco praticato, è uno sport che unisce la ginnastica artistica all’equitazione e consiste nell‘eseguire “figure” su un cavallo a tempo di musica. E possibile, comunque, praticaro nei vari maneggi presenti sul territorio.