Yoga e relaxCon questo termine si indica una serie di pratiche ascetiche e meditative dell’Uomo al fine di riuscire a raggiungere una conoscenza spirituale interiore superiore. Ma cosa è in effetti lo yoga? Tutti, prima di cominciare per trarne i benefici, se lo domandano poiché non tutti hanno davvero le idee chiare. Innanzitutto bisogna dire che si tratta di una disciplina, una filosofia nata in India e che non si tratta di un vero e proprio sport. È più corretto infatti, definirlo come una pratica che necessita di concentrazione in quanto ingloba corpo anime e mente.

Questo termine di origine sanscrita viene menzionato per la prima volta nei Veda, ovvero delle raccolte di testi sacri. Lo yoga viene inteso oggi come una pratica che verte sulla capacità del praticante (detto anche yogi o yogin) di controllare i sensi attraverso la miditazione e di riuscire a far congiungere corpo, anime e mente con Dio.

In quali testi possiamo trovare le pratiche yoga?

Il testo di riferimento dello yoga è senza dubbio lo yoga sutra. Si tratta di una serie di aforismiyoga sutra sullo yoga ed esso è oggi molto diffuso. La diffusione del testo, così come dello yoga di per sé, è dovuta al fatto che, anche se è di origine asiatica e molto praticata da induisti e buddhisti, lo yoga è in realtà qualcosa che fa al di lá della religione. Ciò avviene poiché la miditazione è una pratica diffusa in tutte le religioni (anche se con le dovute differenze) e questo rende questa disciplina spirituale universale e non proibitiva.

Quanti e quali sono gli stadi dello yoga?

Principio fondamentale dello yoga è quello di raggiungere Dio (il Paramatma) e fer fare cià bisogna praticare un percorso costituito da 8 stadi:

  1. YamaSono i comandamenti morali univerali
  2. NiyamaRegola per l’autopurificazione
  3. AsanaPosizioni e posture utilizzate nello yoga
  4. PranayamaÈ la pratica che permette il controllo per mezzo della respirazione. Con essaci si riesce a liberare della schiavitù degli oggetti.
  5. PratyaharaÈ la pratica che permette di distaccare la mente dall’ambiente esterno
  6. DharanaCapacià di concentrazione
  7. Dhyana. È la vera e propria meditazione
  8. SamadhiÈ l’unione con Pramatma. Lo stadio finale della conoscenza.

Ognuno di questi stadi è una tappa da raggiungere per elevarsi verso Dio.

Tipi di yoga

I tipi di yoga sono molti. Possiamo distinguere tra tecniche classiche e altre tecniche. In tutti i tipi di yoga comunque, la base è costituita dall’idea che il nostro corpo sia canali energetici (i nadi) in cui vi scorre l’energia universale (prana)

I tipi di yoga classico sono:

  • Bhatki yoga
  • Jñāna Yoga
  • Karma yoga
  • Raja yoga o Ashtanga yoga
  • Hatha yoga
  • Dhyana yoga
  • Mantra yoga

Altri tipi di yoga:

  • Ananda Marga Yoga
  • Anusara Yoga
  • Iyengar Yoga
  • Kriya Yoga
  • Kundalini Yoga
  • Sahaja Yoga o Yoga spontaneo
  • Satyananda Yoga
  • Surat shabd yoga
  • Yoga Ratna
  • Yoga Tibetano
  • Vihangam yoga

 

Lo yoga e la respirazione

Nello yoga è molto importante tenere conto della respirazione poiché con essa nello yoga si raggiunge una perfetta meditazione. Recuerda che fare yoga dà enormi benefici anche alla mente e allo spirito. non solamente al corpo.

I maggiori centri di yoga in Italia

I maggiori centri di yoga in Italia si trovano in corrispondenza della maggiori città. Milano e Roma sono di sicuro tra i centri di maggior prestigio ma, a questi, si sommano anche centri minori come Bologna, Firenze e Padova. È soprattutto il centro-nord ad essere attratto da questa disciplina.