Qual è il momento migliore per fare yoga?

0

Se vi piace praticare lo yoga sarete sicuramente domandati quale sia il momento migliore per dedicarti a questa salutare attività. La risposta forse vi sorprenderà: non c'è un momento migliore per fare yoga che sia valido per tutti. La scelta del momento giusto infatti dipende dalle proprie caratteristiche personali e dal proprio stile di vita. Ciò che è sicuro è che esistono comunque dei momenti più adatti per praticare lo yoga.

A prescindere dall'orario scelto è importante che si tratti di un momento della giornata particolarmente tranquillo. È infatti importante che tu non venga distratto, disturbato o interrotto, per evitare di perdere la concentrazione necessaria. Un altro consiglio? È poi buona abitudine fare yoga a stomaco vuoto, sia per una questione di digestione che energetica. Durante la digestione, infatti, l'energia si concentra nel 3º Chakra e non può fluire nel resto del corpo.

Fare yoga alla mattina

La mattina probabilmente è l'orario più indicato per dedicarsi allo yoga. Praticare yoga appena svegli fa bene al nostro organismo perchè consente al corpo di risvegliarsi in modo graduale e lo prepara ad affrontare con energia il nuovo giorno.

Iniziare la propria giornata praticando yoga, infatti, se fatto costantemente, può trasformarsi in una bella abitudine per iniziare la giornata al meglio. Cosa c'è di meglio di iniziare la giornata con tranquillità e serenità?

Syda Productions || Shutterstock

Secondo gli esperti, inoltre, praticare yoga al mattino aiuta anche ad attivare il metabolismo. Lo yoga, infatti, aumenta il nostro appetito e al tempo stesso permette di mangiare di più senza ingrassare. Se siete di quelli che al mattino non riescono proprio a svegliarsi, non disperare! Proprio come una buona colazione, non è importante la quantità, ma la qualità!



Non serve svegliarsi all'alba e meditare un paio d'ore, un semplice quarto d'ora è sufficiente se riuscite a mantenere uno stato di concentrazione soddisfacente. Per sfruttare al meglio la meditazione già di prima mattina, si può optare per le posizioni yoga dall'effetto energizzante. Iniziate da un esercizio semplice e rivitalizzante come il saluto al sole, perfetto per stimolare ed aumentare la propria energia. Altre posizioni consigliate sono quella del gatto, del guerriero e del cobra.

Se decidete di fare yoga alla mattina appena svegli, è comunque bene evitare posizioni troppo impegnative o faticose. Se non siete abituati a praticarle regolarmente, potrebbero causarvi dolori per tutta la giornata! Il corpo, infatti, alla mattina presto è più rigido, perchè si è riposato tutta la notte, e quindi non sopporta movimenti troppo bruschi.

Fare yoga alla sera

Se la mattina non è possibile dedicarsi allo yoga, un altro buon momento per dedicarsi questa attività è alla sera. Di sera, infatti, lo yoga può aiutare a rilassare i muscoli del corpo dalla stanchezza della giornata appena trascorsa, in particolar modo se si è passato molto tempo seduti. Dopo una lunga giornata in ufficio, lo yoga di sera aiuta ad estraniarsi dal mondo reale e a vincere lo stress e l'ansia che portiamo a casa dal lavoro liberando una buona dose di vitamine antistress.

Marian Lopez Ojeda || Shutterstock

Esistono numerosi esercizi adatti al rilassamento muscolare. Sono particolarmente indicati tutti quelli che permettono lo scioglimento del collo e delle spalle, le torsioni del busto, le rotazioni del capo, oppure la classica posizione della montagna. Un orario assolutamente sconsigliato per praticare yoga è invece la tarda serata o, più in generale, prima di andare a dormire, questo perchè, anche se sembra impossibile, rende difficile addormentarsi.

In ogni caso, una volta trovato l'orario ideale per dedicarvi allo yoga, assicuratevi di mantenere una certa costanza e continuare a praticarlo tutti i giorni sempre alla stessa ora. In questo modo, infatti, riuscirete a creare inconsapevolmente una sana abitudine e non potrete più fare a meno di una sessione di relax.