Che cos’è l’HIIT?

0

Avrai sicuramente sentito parlare del sistema HIIT. Sono in tanti a sostenere che questa tipologia di allenamento rappresenti il miglior metodo da seguire se si vuole dimagrire.

Non è un caso, infatti, che l’HIIT figuri al terzo posto tra le tipologie di fitness maggiormente praticate. E questo trend continua giorno dopo giorno ad aumentare! Chi lo pratica lo definisce infatti l'allenamento ideale, perchè consente di aumentare (e mantenere) il tessuto magro e, al tempo stesso, di eliminare il grasso.

Questo allenamento è diventato molto popolare sia perchè la sua durata è decisamente inferiore rispetto agli allenamenti classici, sia perchè l'elevata intensità degli esercizi da eseguirsi in tempi ridotti consentirebbe di bruciare più velocemente i grassi e, quindi, di dimagrire di più e più velocemente. Senza contare, poi, che questa tipologia di allenamento si svolge in gruppo e quindi risulta più divertente da eseguire rispetto ad altre attività più solitarie.

Scopriamo come si svolge l'allenamento secondo il metodo HIIT e quali benefici apporta all'organismo!

Che cos'è l'HIIT?

Partiamo dalla domanda fondamentale: cosa significa HIIT? HIIT è l'acronimo di High Intensity Interval Training: questo termine, tradotto letteralmente in italiano, significa "allenamento ad intervalli ad alta intensità".

Si tratta di un metodo di allenamento cardiofitness e, più nello specifico, di una forma avanzata di Interval training. In tale tipo di allenamento si alternano momenti di elevata intensità di allenamento (in cui si raggiunge l'80% della frequenza massima cardiaca) a momenti di riposo, in cui si eseguono esercizi a ridotta intensità (circa il 50-60% della frequenza massima cardiaca) utili per recuperare le energie.

bbernard || Shutterstock



L'alternarsi di momenti di esercizio aerobico, che consente di agire principalmente sui grassi, a periodi di esercizio anaerobico, che colpisce i carboidrati, consente di stimolare tutte le fonti energetiche dell'organismo e aiuta a perdere peso.

Ma non solo: l'HIIT è molto utile anche per aumentare la resistenza, grazie all'esecuzione di esercizi ad alta intensità concentrati in un breve lasso di tempo. Inoltre, proprio per via dell'alternanza tra momenti di lavoro intenso e periodi di riposo, consente di evitare l'eccessiva perdita muscolare. L’Allenamento Intervallato ad Alta Intensità provoca, infine, un effetto secondario chiamato EPOC (Extra Consumo di Ossigeno Post Esercizio). L'effetto EPOC consente al corpo di continuare a bruciare grasso e calorie, anche se ovviamente in quantità più ridotte, per tutte le 24 ore successive all'esecuzione degli esercizi.

Come funziona l'HIIT?

Partiamo dalla durata. Una sessione di allenamento HIIT può durare da un minimo di 4 ad un massimo di 20 minuti. Questo allenamento inizia con una fase di riscaldamento a cui seguono 6–10 ripetizioni di esercizi ad alta intensità, spezzati da momenti di recupero delle energie. Generalmente è previsto un rapporto di 2:1 tra esercizi intensi e attività di recupero. La sessione si conclude sempre con il defaticamento, che deve avere una durata pari al riscaldamento.

lzf || Shutterstock

Gli esercizi ad alta intensità durano generalmente da pochi secondi ad un massimo di qualche minuto, in base all'obiettivo che si vuole raggiungere con questo allenamento. La caratteristica principale di questo allenamento consiste proprio nel fatto che nei momenti di lavoro ad alta intensità si raggiunge il massimo sforzo che si possa compiere (non a caso questo periodo viene definito anche Interval Training Sprint), e non una frequenza cardiaca leggermente più elevata rispetto a prima. Ecco perchè i momenti di massimo sforzo non possono durare più di 1 minuto.

Quanto alla tipologia di esercizi, nell'allenamento HIIT ce ne sono davvero di ogni tipo: oltre ad esercizi di aerobica, possono aversi anche solo esercizi di forza oppure una alternanza di entrambe queste tipologie. L'HIIT, pertanto, non può essere eseguito quotidianamente, altrimenti si correrebbe il rischio di affaticarsi troppo. Per tale ragione è necessario aspettare almeno 24 ore tra un allenamento e l'altro, di modo da consentire al corpo di riposarsi e recuperare le energie spese. Visti gli importanti sforzi che vengono richiesti, prima di avvicinarsi a questa attività è bene sottoporsi ad una visita medico-sportiva con ecocardiogramma.