La dieta sana per chi pratica kick boxing

0

Il kick boxing è uno sport intenso, che aiuta a modellare e rinforzare il proprio corpo, a scolpire i muscoli di braccia e gambe, e ad imparare utili tecniche di difesa personale. Scegliere di dedicare parte del tuo tempo alla kick boxing rappresenta, inoltre, un’ottima scelta se il tuo obiettivo è quello di dimagrire velocemente: un allenamento della durata di un’ora, infatti, consente di bruciare fino a 650 calorie.

Per tale ragione, se ti dedichi con passione a questo sport, devi prestare molta attenzione alla dieta da seguire e ai cibi da consumare. Questa utile guida ti aiuterà a capire quali cibi devi includere nei tuoi pasti e quali devi evitare o ridurre per poter ottenere il massimo dei benefici dalle tue sessioni di kick boxing!

Quali cibi scegliere?

Considerando che gli allenamenti di kick boxing comportano un alto dispendio di energie, è anzitutto necessario che tu includa nella tua dieta i carboidrati. Anche se demonizzati dalle diete, i carboidrati sono un'importante fonte di energia per il nostro corpo. Meglio i carboidrati semplici o complessi? Puoi assumerli sia semplici, come quelli contenuta in frutta e zuccheri, sia complessi. Questi ultimi, in particolare, li puoi trovare in vari alimenti e principalmente nei legumi, nelle patate e nelle fibre integrali.

Devi poi mangiare molta carne e molto pesce, nonchè alimenti ricchi di proteine, come i latticini in ogni loro forma (latte e yogurt). Almeno due volte alla settimana è necessario che tu includa nei tuoi pasti le uova. 



Se pratichi kick boxing, al contrario di quanto comunemente si pensa, non devi per forza bandire i grassi dalla tua dieta. I grassi non fanno tutti male, basta distinguere tra grassi saturi e insaturi e saperli usare in modo equilibrato. Anche queste sostanze, infatti, sono necessarie per il tuo organismo, l’importante è non esagerare nelle dosi. Test scientifici hanno infatti dimostrato che i grassi che devi assimilare sono solamente quelli polinsaturi, che trovi principalmente negli olii vegetali, e gli omega 3 contenuti nella frutta secca e nel pesce.

Cosa mangiare prima e dopo l’allenamento

Cosa mangiare prima di un allenamento di kick boxing può influire notevolmente sulle tue future prestazioni. Non seguire alcune semplici regole che ora ti illustreremo può, infatti, provocare una diminuzione delle tue prestazioni, oltre che senso di nausea e vomito durante l’allenamento. Una prima importantissima regola che devi tenere sempre a mente è che non devi mai allenarti a stomaco vuoto.

Oltre a ciò, un altro fattore che influenza molto le tue prestazioni sportive e, di conseguenza, la scelta dell'alimentazione da seguire è il periodo della giornata in cui ti alleni. Ad esempio, se pratichi kick boxing di mattino, è consigliabile suddividere la colazione in due fasi, una da consumare prima dell’allenamento e una al termine di questo. Prima dell’allenamento opta per pasti piccoli e leggeri, di modo che il tuo organismo possa assimilarli facilmente senza appesantirti. Preferisci, quindi, cibi semplici come frutta, in particolar modo banane e mele, o barrette energetiche.

Se vuoi introdurre nel tuo organismo carboidrati complessi come la pasta, assicurati di consumarli almeno due ore prima di allenarti: trattandosi, infatti, di amidi pesanti, l’organismo li assimila e smaltisce con molta lentezza. ANon dimenticare mai di recuperare i liquidi persi: finito l'allenamento bevi bevande energizzanti o molta acqua per reidratare i liquidi persi.