Mountain biking

1

Mountain biking

Uomo in Mountain bike Una disciplina molto importante che prende sempre più piede nel mondo del ciclismo è il mountain biking. La mountain bike è una biciletta diversa da quella da strada. Questa si adatta a circuiti sterrati, aggressivi e tortuosi in cui gli ostacoli naturali sono all'ordine del giorno. Accostarsi a questa disciplina vuol dire avere un concetto meno ''nobile'' del ciclismo, più vicino alla natura ma non per questo meno spettacolare, anzi! Essendo nata ufficialmente nel 1990 le competizioni internazionali sono poche. La più importante è sicuramente rappresentata dai Mondiali.

L'alimentazione da seguire è senza dubbio molto importante per un allenamento costante e per aumentare le proprie presttazioni.

All'interno di questa disciplina troviamo varie competizioni. Le principali sono:

  • Cross Country. Una corsa effettuata su terreni sterrati di 8-10 km che vengono ripetuti più volte. Fino al 2004 non era ammessa alcuna forma di assistenza. Poi i regolamento sono stati modificati permettendo l'assistenza.
  • Marathon. Gare di gran fondo con tracciati di circa 60 km.
  • Downhill. Eventi pianificati in montagna poichè si tratta di un tipo di corsa che prevede una discesa svolta nel minor tempo possibile.
  • Freeride. Un mix delle tre discipline precedenti senza che vi sia un tempo.
  • Freestyle. Si tratta di un genere che prevede dei movimenti particolari del ciclista. Evoluzioni spettacolari e scenografiche funambboliche adatte a stupire il pubblico.
  • Dual slalom. è uno slalom parallelo lungo un pendio con tanto di porte in stile parallelo con gli sci. Gli atleti si affrontano a coppie. Ultimamente, al posto del dual, nelle manifestazioni ufficiali si è sostituito il four-cross, disciplina che porta il meccanismo dello snowbord cross sui pendii estivi. Quattro atleti si affrontano contemporaneamente su un percorso caratterizzato da salti e da curve in appoggio.
  • 24 ore. Si tratta di una gara a squadre su circuiti sterrati circolari. La durata è, appunto, di 24 ore. La squadra è composta da un numero di atleti che possono arrivare fino a 12. Vince chi percorre più giri del circuito.

La bicicletta da moutain biking

La biciletta da mountain bike è molto solida e robusta. Si adatta ad ogni percorso grazie alle sue ruote spesse e con tasselli di varia grandezza. Il telaio può essere di alluminio, carbonio o titanio. Questi materiali ci indicano una grande resistenza e stabilità. I pedali sono forniti (all'occorrenza) di un gancio per liberare il piede in caso di caduta, Per dare più equilibrio il manubrio è dritto e le ruote sono più piccole  ma più spesse di una bici da strada. Le marce sono di varie dimensioni.



L'allenamento in mountain biking

L'allenamento è di grande importanza, come sempre. Chiunque abbia mai fatto sport sa quanto dia faticoso rientrare nel pieno ritmo dopo aver abbandonato. Immediatamente ci sentiamo affannati, pesanti, privi di forze. Solo continuando costantemente si avrà un netto moglioramento.

Anche nella mountain bike è importante mantenere sotto controllo la distanza, il tempo e l'intensità di allenamento.Questi sono essenziali per un progressivo miglioramento. -ovviamente si dovrà cominciare da percrsi semplici e brevi, per poi finire a percorsi più complicati. All'inizio si cercherà di stimolare il nostro organismo (motore aerobico) e prendere il giusto ritmo che dovrà mantenersi su una frequenza pari al circa il 60 % della massima frequenza.

La pedalata, anche'essa va misurata in modo graduale. Bisognerebbe utlizzare rapporti leggeri e compiere circa 70-80 pedalate al minuto.

La durata va a seconda del nostro stato. Sarà comunque sempre opportuno c¡cominciare con durate piuttosto contenute.

Cosa indossare?

L'abbigliamento della mountain bike è costituito, quasi esclusivamente, da tute aderenti (anche se non è una regola) per evitare che si resti impigliatii in rami o altro. Le tute sono molto  elastiche e traspiranti. Raramente si usano tute integrali poichè si preferiscono tute a maniche e pantaloncini corti.