Consigli per correre sotto la pioggia

0
Come correre sotto la pioggia

Quando piove si può tranquillamente non rinunciare al proprio allenamento per tenersi in forma. Basti pensare che la maggior parte delle gare non vengono certo cancellate a causa della pioggia! Anzi, così facendo si allena anche la propria forza di volontà. Provate a seguire questi suggerimenti: arriverete sicuramente preparati a correre sotto la pioggia, sia che si tratti di un giorno di allenamento che di un giorno di gara.

Come correre sotto la pioggia

Si sa, il running apporta tantissimi benefici alla nostra forma fisica. È infatti uno degli sport piú diffusi in quanto non necessita di palestre o strutture attrezzate e puó essere praticato in qualsiasi ora del giorno. Ma che succede invece quando piove?

La pioggia non rappresenta affatto un ostacolo per il nostro allenamento. Anzi! Potrebbe funzionare da stimolo per aumentare la nostra forza di volontá. Seguendo questi semplici consigli non vi accorgerete nemmeno che stia cadendo acqua dal cielo. Ma attenzione! Pioggia sì, ma occhio ai temporali veri e propri. Se ci sono tempeste di vento e acquazzoni, rimanete a casa: nessun allenamento deve farvi rischiare di essere colpiti da un fulmine!

Consigli per correre sotto la pioggia

lzf || Shutterstock

Curate l'abbigliamento

Un cappello con visiera può essere un ottimo alleato durante una corsa sotto la pioggia. Manterrà il volto riparato, in modo che si possa vedere bene il tragitto anche in una giornata non proprio ideale. Ovviamente, va valutata anche la temperatura per capire che tipo di cappello indossare: se piove ma fa caldo, indossate un cappello sottile e leggero. Se invece fa freddo e c’è vento, scegliete un cappello più spesso e che protegga anche le orecchie.



Se oltre alla pioggia c’è anche una temperatura molto fredda, potrebbe essere necessario vestirsi a strati, proprio come si fa per la corsa durante l'inverno. Lo strato più importante è quello più vicino al corpo: assicuratevi che sia un tessuto che tenga la pelle riparata dall’acqua. Lo strato più esterno, invece, deve essere una giacca resistente all’acqua, ma meglio se non completamente impermeabile: i tessuti impermeabili, infatti, tendono ad impedire la dispersione di sudore e calore del corpo. E non dimenticate di indossare abiti che abbiano particolari catarifrangenti o riflettenti, perché sotto la pioggia spesso i guidatori di auto hanno scarsa visibilità della strada.

Scarpe e calze sempre asciutte

Soprattutto se state correndo per una gara, tenete le scarpe da corsa e i calzini in un sacchetto di plastica mentre attendete l’inizio. Potete intanto indossare delle vecchie scarpe nel tragitto per arrivare al luogo della gara: in questo modo, potete fare il cambio al momento dello start indossando scarpe e calzini asciutti. Le scarpe da jogging devono infatti mantenere intatta l'aderenza al suolo: se bagnate si correrá maggiormente il rischio di scivolare.

Dovreste sempre fare attenzione ai vostri passi, ma sotto la pioggia le accortezze diventano maggiori, perché la strada e i percorsi diventano molto scivolosi. Il segreto è quello di fare passi più piccoli e di prestare attenzione ai propri piedi, soprattutto se si corre su sentieri dove ci sono radici, massi o rami. Cercate di evitare le pozzanghere il più possibile: certo le scarpe da corsa e i piedi si bagnano sotto la pioggia, ma in una pozzanghera si inzuppano completamente!

Consigli per correre sotto la pioggia

Umpaporn || Shutterstock

Al termine dell'allenamento...

Di sicuro, quando finirete l’allenamento o la gara, sarete accaldati, ma dovrete assicurarvi subito di cambiarvi velocemente i vestiti bagnati. Quando siete bagnati, infatti, rischiate maggiormente di andare in ipotermia, ossia di vedere la vostra temperatura corporea abbassarsi in modo massiccio. Portate sempre un ricambio nella vostra borsa, in modo da cambiarvi subito indossando dei panni asciutti e caldi.

Infine, quando tornate da una corsa sotto la pioggia, togliete subito le scarpette dalla borsa e riempitele di carta di giornale: in questo modo non si deformeranno e si asciugheranno più facilmente all’interno. Non mettetele, invece, sul termosifone, perché in questo modo potrebbero alterare la loro forma.