Consigli per correre senza stancarsi

0

Il running non è solo un’attività fisica, ma è una vera e propria abilità che tutti dovrebbero essere in grado di avere: infatti, oltre a far bruciare calorie e a mantenere il corpo tonico, è qualcosa che può essere utile in caso di emergenza. Nella vita di tutti i giorni si deve essere spesso scattanti, sia per arrivare in tempo a lavoro sia per non perdere il treno.



Tuttavia, correre è un’attività che inevitabilmente stanca. Ecco come fare per migliorare la capacità di correre senza fare troppa fatica. I segreti per correre senza stancarsi troppo riguardano sia il momento della corsa stessa che il prima e dopo. Vinciamo allora la fatica e quali sono le cause per non stancarsi subito.

Prima di correre

Siete pronti a scoprire tutti i segreti della corsa? Innanzitutto, prima di correre, dovete preparare il corpo allo sforzo fisico. Sembrerà ovvio, ma è imprescindibile correre dopo aver mangiato e mai a digiuno. Ecco cos'altro dovete ricordarvi:

  1. Mangiate bene. Assumete quanto più calcio e vitamine possibile tramite il cibo: dovete essere infatti in buone condizioni per correre. Eliminate il cibo spazzatura e bevete molta acqua, oltre a mangiare tanta frutta e verdura. Una dieta equilibrata vi aiuta a mantenervi in forma e a sentirvi bene. Sì ai superfood per sportivi e bevande energetiche.
  2. Allenatevi anche con altri sport. Oltre a correre, provate altri modi per tenervi in forma, dalle passeggiate, al nuoto al ciclismo. In questo modo aumenterete la vostra capacità allenante e migliorerete la vostra resistenza.
  3. Stretching. Prima di correre (o comunque prima di qualsiasi allenamento), riscaldatevi sempre. Fare stretching aiuta il vostro corpo a prepararsi a dare il massimo. Un buon riscaldamento per la corsa può essere quello di camminare a velocità sempre più sostenuta.

Respirate durante la corsa

Stancarsi durante la corsa è normale, ma ci sono dei trucchi che possono aiutarvi a correre senza problemi di fiato. Per correre a lungo potete seguire queste dritte:

  1. Respirate correttamente. Inspirate profondamente con il naso ed espirate in modo controllato con la bocca.
  2. Idratatevi mentre correte. Il vostro corpo ha bisogno dell’acqua per sopravvivere, e si ha bisogno in media di circa 8 bicchieri di acqua al giorno. Prima di iniziare la corsa, bevete almeno un bicchiere d’acqua e, se avete una bottiglia, riempitela di acqua e portatela con voi per sorseggiarla lungo il tragitto.
  3. Modulate l’intensità della corsa. Quando iniziate a correre, non date subito lo sprint. Trovate gradualmente un buon ritmo fino a raggiungere la frequenza cardiaca desiderata. Una volta fatto ciò, dovreste essere in grado di fare jogging per 400 metri senza stancarvi. Se vi sentite stanchi, rallentate nuovamente finché il corpo non recupera. Bevete per idratarvi e non fermatevi. Una volta che vi sarete ripresi, potrete aumentare di nuovo la velocità.

Trovate la motivazione

Motivarsi durante la corsa è l'ideale per non lasciarsi vincere dalla fatica o dal fiato corto. Ecco qualche consiglio per non fermarvi, anche quando si fa difficile!

  1. Correte ascoltando musica. Lo stesso ritmo che vi fa ballare vi farà anche correre. Utilizzatelo a vostro vantaggio! Trovate ritmi che vi diano energia, trasferiteli sul vostro iPhone, mettete su gli auricolari e… correte! Ascoltate una musica con un ritmo costante, in modo da sintonizzare anche il ritmo stesso dei vostri passi.
  1. Rimanete concentrati e motivati. Convincetevi che potete arrivare al vostro obiettivo, e fatelo. Incoraggiatevi dimezzando il vostro percorso in due: in questo modo, una volta raggiunto il primo traguardo, ci si sentirà più incoraggiati a raggiungere il secondo. Oppure contate i chilometri: avete appena completato un chilometro? Bene, uno in meno rispetto al traguardo!
  1. Portate un amico a correre con voi. Una buona compagnia può essere motivante e di grande ispirazione. Inoltre, ci si può anche confrontare sull’allenamento, scambiandosi dritte utili.

Dopo la corsa

La fine della corsa merita la stessa attenzione di tutto l'allenamento. È infatti probabile che, per distrazione, possiate farvi male alla fine dell'allenamento, quando non vedete l'ora di raggiungere la fontanella d'acqua più vicina.

  1. Concludete la corsa rallentando. Gli ultimi 10-15 minuti di percorso avete bisogno di un raffreddamento, godendovi una semplice camminata: in questo modo porterete il battito cardiaco gradualmente a livelli normali.
  2. Riposatevi. Non correte tutti i giorni, o rischiate di andare in sovrallenamento, stressandovi sia fisicamente che mentalmente. Piuttosto, tra un giorno di corsa e un altro, riposatevi, oppure eseguite un’altra attività: lavorate sugli addominali, giocate a basket, fate stretching o yoga.