La dieta paleolitica va bene per chi pratica sport?

0
Dieta paleolitica per sportivi

La dieta paleolitica, conosciuta anche con il nome di dieta Paleo, ha avuto un aumento di popolarità soprattutto negli ultimi anni. Uno dei problemi principali che, però, si sono ben presto posti i suoi sostenitori è che molti dei suoi principi di base si pongono in netta contrapposizione con il regime alimentare che dovrebbe seguire uno sportivo.

In particolare, le controindicazioni della dieta paleo riguardano il fatto che gli atleti necessitano di assumere importanti quantità di carboidrati per ottenere l'energia necessaria ad allenarsi, ma la dieta paleo, al contrario, sostiene l'importanza di un'alimentazione incentrata su proteine magre, frutta e verdura, limitando (se non bandendo) l'assunzione di carboidrati.

Perchè gli atleti seguono la paleo dieta

Una dieta attenta è il presupposto essenziale per qualunque sportivo e, a maggior ragione, per chi pratica sport a livello agonistico. Una dieta che escluda gli alimenti vietati nella dieta paleo è già una buona base di partenza. Guarda caso, la maggior parte dei cibi no della dieta paleo, sono gli stessi che sconsiglierebbe qualunque nutrizionista: no agli eccessi di zuccheri, cibi grassi e confezionati.

Per quale ragione gli atleti seguono la dieta paleo

Ekaterina Markelova || Shutterstock

Recentemente questa teoria parrebbe essere stata smentita: infatti molti atleti, come la star dell'NBA LeBron James, hanno abbracciato la dieta Paleo presentandosi dimagriti e molto più in forma rispetto alle stagioni precedenti. Nonostante ciò, però, ancora molti medici sconsigliano di seguire la dieta paleolitica se si pratica sport. Ma allora è possibile oppure no conciliare la dieta paleolitica con l'attività sportiva?

Come lascia intendere il nome stesso, la dieta paleolitica prende ispirazione dal regime alimentare dei nostri antenati. Prima che venisse scoperta l'agricoltura, infatti, gli uomini si nutrivano principalmente di alimenti ottenuti grazie alla caccia ed alla pesca, oltre a raccogliere la frutta e la verdura che si trovavano nel loro ambiente. Il trucco, quindi, è cercare alternative alla farina bianca e a tutti gli snack poco salutari e privilegiare tutti gli alimenti concessi nella paleodieta.



Il regime paleolitico, infatti, si caratterizzata proprio per prevedere l'assimilazione di un importante quantità di proteine, decisamente superiore a quella che consumiamo oggi, e per  prevedere l'assunzione di minime quantità di carboidrati. Vengono quindi banditi non solo dolci e cibi zuccherati, ma anche alimenti sani come cereali, latticini e zuccheri raffinati. L'uomo del paleolitico, inoltre, consumava un'ampia quantità di frutta e verdura, e cioè degli alimenti che, rispetto ai carboidrati, rilasciano una minore quantità di insulina, perchè consentono di sintetizzare in maniera più efficace i grassi.

Dieta paleolitica e sport sono conciliabili?

Per rispondere alla domanda iniziale possiamo dire che, fortunatamente, dieta paleolitica e sport non sono incompatibili. Pertanto, se sei uno sportivo e non vuoi rinunciare a seguire la dieta paleolitica... puoi benissimo continuare così!  Sono moltissimi infatti i benefici della dieta paleolitica per chi si allena, purchè si apportino alcune necessarie modifiche al tuo regime alimentare.

Queste regole che stiamo per andarti ad esporre sono state elaborate da Joe Friel, un allenatore statunitense di triathlon a livello olimpico. Il principio base della dieta paleo per gli sportivi è che tutti i giorni in cui non ti alleni potrai seguire al dettaglio la dieta paleo, mentre, nei giorni di allenamento, potrai seguirla apportando, però, alcune piccole modifiche.

Gli sportivi possono fare la dieta paleolitica

Ekaterina Markelova || Shutterstock

Secondo Friel gli alimenti previsti dalla dieta paleo, in virtù dei micronutrienti contenuti al loro interno, forniscono agli sportivi un maggiore carico di energia che si traduce in un miglior recupero a lungo termine. Per ottenere questi benefici devi imparare ad adattare la dieta paleolitica al tipo di allenamento che devi eseguire. Ad esempio, se si tratta di un classico allenamento che non prevede alcuna gara, almeno due ore prima del suo inizio dovrai mangiare alimenti dal basso contenuto di fibre e dal ridotto indice glicemico.  Nel caso, invece, tu debba cimentarti in una vera e propria gara agonistica, sarà necessario "derogare" alla dieta paleo e assumere dei carboidrati, preferibilmente sotto forma di bevanda.

Al termine di ogni allenamento o gara dovrai sempre recuperare le energie perse, e per farlo dovrai fare uno spuntino con degli alimenti contenenti le giuste dosi di carboidrati, come patate dolci e frutta secca. Prima dell'allenamento, invece, sarà bene concedersi un pasto invece, optando per cibi salutari come del pesce o della carne bianca o rossa.