Cos’è lo squat?

0

Gambe toniche e glutei sodi: se state cercando un modo efficace per migliorare la vostra routine di allenamento, non dovete fare altro che fare squat. Lo squat è un esercizio in cui ci si accovaccia, mimando il gesto di sedersi, per poi rialzarsi. È un movimento naturale, facile da eseguire e può essere svolto ovunque.

Inoltre, non richiede particolari attrezzature: può essere svolto anche a corpo libero, anche se la variante con kettlebell, pesi e bilanciere aumenta lo sforzo, risultando così più allenante. Inoltre, benché lo squat sia spesso considerato un esercizio per le gambe, in realtà allena tutto il corpo.

Lo squat allena i muscoli e brucia i grassi

Addio cellulite e ritenzione idrica! Gli squat, principalmente mirati all’allenamento di glutei, cosce e polpacci, sono anche un ottimo rimedio per contrastare la ritenzione idrica. Tuttavia creano un ambiente ormonale anabolizzante che promuove la crescita muscolare in tutto il corpo. Infatti, se eseguito correttamente, fare squat aumenta il testosterone, l’ormone della crescita muscolare, contribuendo così ad irrobustire un po’ tutta la figura, oltre alle gambe.

Jacob Lund || Shutterstock

Quindi gli squat possono aiutarvi a migliorare la forza sia della parte inferiore che di quella superiore del corpo. Inoltre, ricordiamo che uno dei modi più efficaci per bruciare più calorie è quello di tonificare i muscoli e aumentare la massa. Per ogni chilo di muscolo guadagnato, il corpo brucia circa 50-70 calorie in più.



Ancora, fare squat aiuta l'eliminazione delle tossine: infatti gli squat migliorano il fluire dei liquidi corporei, contribuendo alla rimozione delle scorie in eccesso e al nutrimento di tutti i tessuti, inclusi gli organi e le ghiandole e aiutando a dire adiós alla cellulite.

Fare squat migliora le performance

Lo squat è un esercizio ideale da praticare anche in casa poichè non servono attrezzi. Se è diventato famoso sopratutto per avere un lato b da urlo, lo squat è utile anche per mantenere una buona stabilità del corpo. Grazie a questo esercizio si sviluppa anche il core, stabilizzando tutti i muscoli coinvolti nel mantenimento della postura, che così vi aiuteranno a tenere l’equilibrio e a connettere meglio il cervello con i vari gruppi muscolari. Questo si traduce in meno cadute e quindi in meno traumi e fratture.

AnastasiiaS || Shutterstock

Lo squat aiuta anche a correre più velocemente e a saltare più in alto, ma non solo: è un esercizio funzionale che sostiene il corpo per svolgere più velocemente anche attività di vita quotidiana. Questo perché, come detto in precedenza, lo squat migliora forza, agilità ed equilibrio. Quindi, che si tratti di una casalinga che deve svolgere in fretta le proprie mansioni domestiche, o di una studentessa che ogni giorno corre per prendere l’autobus e andare all’Università, lo squat è una manna dal cielo in ogni caso!

Come fare uno squat perfetto

Gli squat sono stati spesso criticati come esercizi distruttivi per le ginocchia. Tuttavia, se fatti correttamente, gli squat sortiscono l’effetto contrario, ossia migliorano la stabilità del ginocchio e rafforzano il tessuto connettivo. Ma come si può fare correttamente lo squat?

Innanzitutto, come ogni esercizio fisico, non va mai fatto ‘a freddo’, ma necessita di un po’ di riscaldamento. Questo si traduce in 5-10 minuti di stretching, cyclette o di camminata a ritmo medio prima di eseguire lo squat. Ancora, è fondamentale posizionare il corpo al meglio:

  • I piedi devono essere divaricati appena oltre la larghezza delle spalle
  • Le ginocchia devono essere rivolte verso le punte dei piedi
  • La schiena deve essere dritta ma morbida

Piegate lentamente le ginocchia, abbassandole fino a raggiungere un angolo di 90 gradi. Le ginocchia non devono mai andare oltre la punta del piede e lo sforzo deve essere percepito soprattutto a livello dei glutei: per fare questo, concentrate la vostra attenzione sui talloni, e non sulle punte dei piedi. Tornate quindi nella posizione di partenza, sentendo nello sforzo il pavimento ‘allontanato’ dai talloni. Se siete dei principianti, cominciate con 2-3 serie per 15-20 ripetizioni. Potete aiutarvi con l'uso di manubri e bilanceri per mantenere la schiena in posizione corretta.