È vero che le tossine fanno ingrassare?

0
Le tossine sono responsabili dell'aumento del peso

Le tossine, com'è noto, sono delle sostanze chimiche invisibili particolarmente dannose per la salute del nostro organismo. Questo vale in particolar modo per le tossine esogene, ovverosia quelle tossine che sono presenti in fattori esterni che vengono recepite e, quindi, introdotte nel nostro corpo.

Le tossine endogene sono invece le tossine presenti non solo all'interno dell'aria, dell'acqua e nell'inquinamento atmosferico, ma anche nel cibo. Tra i vari effetti negativi che le tossine hanno sul nostro corpo è stato da poco scoperto che esse giocherebbero un ruolo fondamentale anche nell'aumento di peso. Sarà per questo che chi si gonfia tende a apprezzare i vantaggi di cominciare la dieta detox? In altre parole, non solo le quantità di cibo che ingurgitiamo può farci ingrassare, ma anche un eccesso di tossine all'interno dell'organismo.

Tossine e aumento del peso

Quando vi è un eccesso di tossine, infatti, anche mangiando poco e facendo molto sport corriamo comunque il rischio di ingrassare. Ma perchè? La ragione è semplice: le tossine riescono ad interferire con i processi metabolici, rallentandone le normali funzioni di smaltimento del cibo che mangiamo. Spesso si pensa che è la massa muscolare a far aumentare il peso, ma troviamo nelle tossine una causa molto più semplice. C'è chi è convinto che si può dimagrire senza fare sport, ma diciamo che quando si tratta di tossine è essenziale una sinergia di sport e dieta.



Perdere peso pur non facendo attività fisica

Chinnapong || Shutterstock

Le tossine, infatti, quando sono presenti in eccesso nel corpo, riescono a bloccare i cosiddetti PPAR, ovverosia i recettori della proliferazione perossisomiale, che hanno il compito di mantenere sotto controllo la glicemia e l'insulina. Tra i modi per perdere peso senza fare sport c'è sicuramente una dieta equilibrata.

Un eccesso di tossine endogene può infatti provocare dei fenomeni che tendono a farci accumulare peso, come l'aumento del glucosio e del colesterolo, oltre a provocare una diminuzione dell'attività della tiroide. Non solo: le tossine possono anche cagionare un aumento incontrollato della fame, perché possono influire, dal punto di vista neurologico, sui segnali che il cervello invia al nostro corpo. Ci sentiamo quindi affamati anche quando, in realtà, il nostro corpo non avrebbe bisogno di cibo. Una soluzione? Integrare nella dieta tutti gli alimenti che aiutano a bloccare l'appetito prima di cominciare un serio processo di disintossicazione.

Perchè le tossine fanno prendere peso?

Quali sono quindi i comportamenti errati quando si mangia che possono provocare un aumento delle tossine? Vediamo quali sono gli errori più comuni che spingono l'aumento delle tossine e quindi i chili di troppo da smaltire.

1. Troppi condimenti

La prima ragione per cui si verifica un accumulo di tossine nel corpo è l'utilizzo esagerato di troppi condimenti quando si cucina. Un eccesso di condimenti, come burro e olio, a contatto con il calore provoca infatti un rapido aumento delle tossine che, oltre a provocare un aumento di peso, fa anche male al nostro fegato. Le tossine delle salse grasse sono dannose per il nostro organismo oltre che per il nostro giro vita!

2. Addio sale

  • In secondo luogo, anche eccedere troppo con il sale può produrre un aumento delle tossine.  Esistono molte alternative al sale in una dieta iposodica ed è bene usarle tutte perché l'uso di una quantità eccessiva di sale provoca un rallentamento dell'attività cardiocircolatoria. Ciò, a  sua volta, finisce per provocare un rapido aumento dell'adipe e anche della cellulite.

Esercizi contro la cellulite

ruigsantos || Shutterstock

3. Carboidrati sì o no?

Altro errore molto diffuso che può causare un aumento delle tossine e, quindi, del grasso è quello dovuto all'abbinamento di cibi ricchi di carboidrati e alimenti ricchi di proteine. Se è vero che i carboidrati aumentano i muscoli. La ragione è presto detta: le proteine richiedono tempi di digestione molto più lunghi di quelli dei carboidrati, che invece sono particolarmente rapidi per il corpo da assimilare. Abbinare due cibi con tempi di smaltimento così differenti tra loro può provocare un rallentamento dell'attività di digestione, che a sua volta produce scorie e, quindi, tossine, oltre che gonfiori allo stomaco.

4. No allo zucchero

Infine, anche un eccesso nell'utilizzo dello zucchero bianco non va bene: l'accumulo all'interno dell'organismo di questa sostanza, infatti, a lungo andare può causare un aumento del livello di glicemia che rende difficile per il metabolismo assimilare il cibo ingerito. Questo comporta a sua volta un aumento della produzione di scorie e tossine, e quindi un rapido aumento di peso.