I 3 stili migliori per dimagrire con il nuoto

0
stili di nuoto per dimagrire

Si dice spesso che il nuoto è lo sport più completo, perchè effettivamente coinvolge tutte le parti del corpo. Tale sport è stato praticato sin dai tempi più antichi perchè, tra i vari benefici che apporta al nostro corpo, vi è anche il fatto che rappresenta una scelta ideale se si vuole dimagrire. Il nuoto, infatti, non solo permette di bruciare molte calorie, ma al tempo stesso scolpisce e rassoda il corpo. La frequenza ideale se il tuo scopo è quello di praticare questo sport dimagrire è quella di fare delle sessioni di almeno 50 minuti l'una almeno due o tre volte a settimana.

Questo forte potere dimagrante del nuoto è dovuto in particolare al fatto che si tratta di uno sport aerobico, che impone cioè uno sforzo più intenso ai muscoli rispetto ad altre discipline sportive. Proprio come per gli sport cardio, tutto ciò comporta un'accelerazione nello smaltimento della massa grassa, permettendo di consumare più energia. Ogni stile di nuoto ha delle sue peculiarità, che consentono o meno di dimagrire, oltre che di apportare ulteriori benefici al nostro corpo.

Stile libero

Lo stile libero, detto anche "crawl", è sicuramente lo stile di nuoto più famoso e praticato, essendo abbastanza facile da eseguire. Si tratta infatti dello stile più consigliato per perdere peso, soprattutto se sei un principiante. Lo stile libero non solo fa del nuoto uno dei migliori sport anticellulite, ma aiuta ad allungare e rafforzare la muscolatura.

quali sono i benefici di nuotare

Solis Images || Shutterstock



Tra i benefici del nuoto a stile libero, come dicevamo, c'è questa potente azione dimagrante. Magia? Niente affatto! Pensa che, se praticato almeno per due o tre ore alla settimana, consente di bruciare parecchie calorie, proprio come un allenamento funzionale in piena regola. Lo stile libero, infatti, presenta il grande vantaggio di consentire l'allenamento soprattutto le zone interne del corpo, e si tratta di uno stile relativamente facile da praticare. Questo stile, se eseguito in maniera corretta stimola allo stesso modo tutti i muscoli del corpo. Non solo: nuotare a stile libero è un toccasana per rassodare il lato b e gli addominali, e per scolpire pettorali, avambracci e bicipiti.

Stile a dorso

Lo stile a dorso, spesso detto anche "crawl sul dorso", è l'unico stile in cui si nuota che si nuota con la faccia non rivolta verso il fondo della piscina, con importanti vantaggi per quanto riguarda la respirazione. Di solito ci si domanda quanto sport bisogna fare per dimagrire, ma in questo caso più che il quanto è importante che sport fare.

Molti si domandano se il  nuoto fa dimagrire o irrobustisce. Ebbene, entrambe! Il dorso non è uno stile così semplice da eseguire, per via della particolarità dei suoi movimenti, trattandosi infatti di movimenti asimmetrici, ma proprio per questa sua difficoltà consente di bruciare molte calorie. Questo stile, oltre a consentire di dimagrire, possiede anche ulteriori benefici: ad esempio, nuotare a dorso fa bene alla schiena e permette di ridurre la circonferenza del girovita e di alzare e rassodare il lato b. Lo stile a dorso, inoltre, favorisce il rilassamento della colonna vertebrale ed ha una importante azione tonificante e rassodante per seno e braccia. Per le sue caratteristiche, inoltre, è lo stile più indicato se soffri di problemi alla schiena, in quanto la tonifica e la rinforza.

Stile a rana

Lo stile a rana è uno degli stili più difficili da praticare, perchè si tratta di stile simmetrico rispetto all'asse centrale del corpo, ed in cui le braccia non effettuano alcuna spinta. Per tali ragioni lo stile a rana è uno sport che permette di dimagrire le gambebruciare molte più calorie rispetto alle altre tipologie di nuoto.

È lo sport perfetto se oltre a dimagrire, desideri anche snellire i fianchi e rassodare l’interno delle cosce, oltre che essere di grande aiuto per avere la pancia piatta. Lo sai poi che lo stile a rana ha anche un importante effetto rassodante per il seno? Per essere sicuro di eseguirlo correttamente, ed evitare di ritrovarti con dolori a collo e spalle dopo l'allenamento, non devi mai praticarlo tenendo la testa fuori dall'acqua, e devi sempre coordinare le spinte delle gambe con il tuo respiro. Trattandosi, appunto, di uno stile che richiede una certa dimestichezza con il nuoto, dovresti evitarlo se soffri di problemi alla schiena o di dolori alla cervicale.

Consumo calorico dell nuoto