3 motivi per fare un allenamento cardiovascolare con i pesi

0
Ecco perchè dovresti abbinare allenamento cardio e pesi

Gli appassionati di fitness si ritrovano a chiedersi spesso se improntare il programma di training con un allenamento cardiovascolare seguito da un allenamento con i pesi oppure procedere all'inverso in modo da ottenere i risultati desiderati. Il linea di massima, però, se vuoi sapere quali sono i modi per aumentare la massa muscolare in poco tempo, sappi che gli esperti consigliano di procedere prima con l'attività dei pesi e successivamente con l'attività aerobica. Allenandoti in questo modo avrai creato una specie di circuito di allenamento, che prima tonifica la massa muscolare e successivamente agevola la perdita di peso.

Come abbinare l'allenamento cardio ai pesi

Una volta appurato che in questo modo è vero che l’allenamento cardiovascolare fa dimagrire, vediamo nel dettaglio come allenarsi. Le caratteristiche di un allenamento cardio e le specifiche di un allenamento con i pesi si coniugano perfettamente per raggiungere risultati notevoli in termini di definizione muscolare e ridefinizione total body.

Maridav

L'allenamento con i pesi tende a sovraccaricare i muscoli con un carico tale da rompere le fibre muscolari e dare vita a un processo di super compensazione che ripara le fibre muscolari danneggiate e acquista man mano forza e resistenza. Ma segui i nostri consigli per iniziare a fare pesi e non rischierai di infortunarti. Non bisogna dimenticare che quando si parla di allenamento con i pesi si può fare riferimento anche a un allenamento funzionale, una forma di training in cui il carico degli attrezzi o dei macchinari viene sostituito direttamente con la forza antagonista del peso corporeo.

Chiaramente nell'ottica di un allenamento con i pesi è essenziale mantenere il giorno di riposo tra una sessione e un'altra in modo da consentire la riparazione completa del muscolo ed evitare eventuali danni permanenti.



Sai quali sono i migliori benefici dell’allenamento cardiovascolare? Un allenamento cardiovascolare, come tutti gli allenamenti di tipo cardio, comprende esercizi che devono essere effettuati in modalità aerobica per riuscire a sfruttare l'ossigeno in qualità di carburante energetico e allenare l'aspetto respiratorio, cardiovascolare e metabolico.

In palestra l'allenamento cardio può essere costruito attraverso l'utilizzo di macchine cardiovascolari (tapis roulant, cyclette o step) e l'uso sapiente della frequenza cardiaca (range di battiti del cuore) rispetto ai principi di frequenza (stimolo all'organismo) e tempo della sessione (più alta sarà la frequenza cardiaca e minore sarà il tempo dell'allenamento e viceversa). Ma sai invece come si fa l’allenamento cardiovascolare a casa? Segui i nostri consigli e potrai fare il tuo allenamento cardio anche a casa tua.

Gutesa

I principi base dell'allenamento con i pesi segnalano gli incredibili benefici in termini di definizione muscolare mentre le basi dell'allenamento cardiovascolare chiariscono l'effetto positivo che conservano sul meccanismo di consumo dei grassi adiposi. Va da sé che i due tipi di allenamento devono diventare complementari se vogliono superare i limiti di ognuno: l'allenamento con i pesi non brucia il grasso più ostinato così come l'allenamento cardio non definisce le fasce muscolari.

3 motivi per fare un allenamento cardiovascolare con i pesi

C'è da dire che l'attività aerobica promuove una notevole perdita di peso, ma non allena i maggiori gruppi muscolari e non definisce il corpo. Mentre sapevi che fare pesi in palestra fa dimagrire? Ma se vuoi ottenere un programma completo e ancora più efficace, occorre integrare l'allenamento con i pesi con l'allenamento cardiovascolare

La soluzione più efficace per definire la massa muscolare e scolpire la silhouette, oltre che migliorare il sistema cardiovascolare, è un allenamento che prevede prima gli esercizi con i pesi e dopo l'attività cardio:

  1. Substrato energetico: l'allenamento con i pesi riduce le riserve di glicogeno muscolare e aumenta il consumo di acidi grassi, agevolando il lavoro aerobico e il suo obiettivo di bruciare i grassi più ostinati.
  2. Ormone GH: l'allenamento cardiovascolare riduce i livelli di GH e migliora la quota di cortisolo, una condizione che promuove l'impiego dei grassi in qualità di fonte energetica.
  3. Impegno muscolare: gli esercizi con i pesi richiedono un impegno muscolare che è preferibile riservare a una situazione di estrema concentrazione e “freschezza” fisica.